La vita davanti a sé

La vita davanti a sé
author: Romain Gary
name: Paolo
average rating: 4.14
book published: 1975
rating: 5
read at: 2012/07/08
date added: 2012/07/10
shelves:
review:
Avete presente la Belleville variopinta, pittoresca, efferverscente di Daniel Pennac? Bene, mettete la marcia indietro di una ventina d’anni e riavvolgete il film. E viratelo in bianco e nero, anzi: in grigio, tenendone a mente i colori. Perché Momò, il protagonista del libro, vi racconta dalla prospettiva di un bambino musulmano di dieci anni (o quattordici?) un quartiere dove l’inevitabilità della vita e della morte mischia arabi, ebrei, africani, francesi fino a renderne impercettibili le differenze, ma non solo quelle cromatiche, anche quelle culturali, sociali, sentimentali. Nella Belleville di Romain Gary i legami di sangue, di età, di sesso e di razza non contano. Contano le esperienze e gli incontri forzati dal destino di una nuova classe di miserabili, che sono insieme prostitute e sante, delinquenti e benefattori, figli di puttana e angeli, immigrati e cittadini, vecchi e bambini. Proprio come Momò e i suoi indimenticabili compagni di avventura: Madame Rosa, il signor Waloumba, il signor Hamil e Madame Lola, tra tutti gli altri, vi resteranno per un po’ impressi nel cuore di lettore.
[…]

Leggi di più…


Ferrovia crucis

Sebbene ne nomini invano il nome con frequenza, il pendolare non crede nel Signore, essendo laicamente convinto che il male e il bene dei treni sui quali prega di arrivare in orario dipendono da un signore con la esse minuscola, l’acronimo AD fuori dalla porta dell’ufficio e il potere di firma senza limiti di spesa […]

Leggi di più…


I sonni son desideri

Prendi un uomo che abbia veramente sonno e sta’ sicuro che ha almeno una possibilità di tornare un uomo con tutte le sue f-a-c-o-l-t-à intatte, diceva il poeta. A guardare con una carrellata il vagone numero cinque del Vivalto, oggi, alle sei e cinquantadue, dalle parti di Morolo, per quanto innamorato del poeta, non è […]

Leggi di più…


Stazione balneare

Nella sua incarnazione balneare, il Pendolare è un uomo spogliato, non tanto perché si mostra al pubblico in costume e ciabatte, con le ultime delle quali soprattutto non salirebbe neanche su un Frecciargento, quanto per il fatto che la vacanza lo priva del suo abito mentale ferroviarmente scandito, mettendolo di fronte a una disponibilità inusuale […]

Leggi di più…


Beati subito

La prima fase del processo di conversione dei pendolari è iniziata con l’intitolazione della Stazione Termini a Giovanni Paolo II. La seconda, con la monumentalizzazione in Piazza dei Cinquecento dello stesso papa che amava la montagna (che raggiungeva saggiamente in elicottero), pietrificato in una campana di ferro, in immobile attesa di un mezzo pubblico migliore. […]

Leggi di più…


Pendolarismo atavico

Lombroso aveva visto giusto. L’ambiente, l’adattamento, la selezione, l’evoluzione: Darwin, d’accordo. Ma Lombroso, lui aveva visto giusto: esiste, anzi è sempre esistito un pendolare per nascita. Quando alla fine dell’estate saranno recuperati i corpi dei viaggiatori asfissiati dall’assenza di aria condizionata sui vagoni, gli esami autoptici potranno confermare le intuizioni del criminologo. Ora, non deve […]

Leggi di più…


Commuting trip advisor

Le Baedeker sono preistoria. Le Routard, le Lonely Planet, utili, sì, ma quando affannati aprite lo zaino per tirarle fuori mentre vi assicurate che nessun membro della vostra famiglia si disperda, e arrivate alle ultime pagine del libro, e aprite la cartina, non solo verificate l’insorgenza progressiva dell’astigmatismo, ma anche e soprattutto vi accorgete che […]

Leggi di più…


Di ogni pendolare una fascia

A meno che non si tratti degli orari, i treni dei pendolari sanno come precorrere i tempi. L’abolizione definitiva della prima e seconda classe sui convogli dell’alta velocità in favore dell’introduzione delle fasce, ispirate ai pacchetti Sky, deve infatti il suo concepimento originario al periodo di sperimentazione condotto da anni sulle tratte regionali. Gli strateghi […]

Leggi di più…


Pendolari Newco

Il trasporto dei pendolari in Italia non produce un centesimo di utili. Anche quando creative, le finanze non sono un’opinione e solo i cronologicamente ritardati difensori dello stato sociale, che si ostinano a non considerare il Pubblico televisivo come l’unico pubblico che valga la pena accudire, con tutte le attenzioni e le cure che si […]

Leggi di più…


Il grande freddo

Dopo una breve fase automobilistica che ha aumentato la tua disposizione benevola nei confronti del mondo e diminuito il tuo credito nei confronti della banca, senza considerare i sensi di colpa ambientalisti solo parzialmente neutralizzati dalla serale attività di differenziazione della plastica, del vetro, della carta, dell’umido e del secco, dopo, dicevo, questo breve periodo, […]

Leggi di più…


Il Gran Ballo del Pendolare

Grazie a una persona riservata come Julian Assange, questo blog è in grado di riferire di un piano segreto di Trenitalia per migliorare le condizioni di viaggio dei pendolari. Il progetto è ricostruibile dai cablogrammi che invece di essere trasmessi per cavo sottomarino sono stati inviati tramite posta ferroviaria: dopo una sosta interminabile di un […]

Leggi di più…


10 giustificazioni inappuntabili per ignorare inviti su Facebook

Sì, ho un account però non ho ancora capito come funziona. Ma come?, ho accettato, deve essere andato giù il server proprio nel momento in cui facevo clic. Secondo te, mi si nota più se accetto e me ne resto un po’ in disparte, stretto stretto alla mia foto, di profilo, oppure se non accetto […]

Leggi di più…