Categoria: Diario pendolare

  • Grande Stazione Termini

    Quando arrivi a Termini la mattina, gli occhi che ancora portano i segni della fase REM, ti accolgono due mostruose pupille dilatate. Cose mai viste, ti dicono. Non si riferiscono ai ritardi dei treni. Fanno pubblicità alla Stazione Termini, trasformata in centro commerciale da Grandi Stazioni. Non vorresti partire mai, ti dicono ancora le pupille, […]

    Grande Stazione Termini
  • Pendolare con i piedi

    Dovrebbe farlo. Se il macchinista avesse un po’ di coraggio, altruismo e fantasia, dovrebbe farlo. Dovrebbe fermare il treno lì, dov’è il campo di calcetto più bello che si possa incontrare a ridosso di una coppia di binari, campo in erba vera verde, densa di profumi umidi e vitali, non quella cosa asettica di sintetico […]

    Pendolare con i piedi
  • Formula uno

    Arrivano a bordo di quelle macchinine elettriche che farebbero la loro figura su un campo da golf, quelle macchinine, per intenderci, che retrocedono il pilota al tempo felice e irresponsabile della giostra e dell’autoscontro. Si avvicinano silenziosamente alle tue spalle e, un attimo prima di investirti, ti suonano dietro la nuca e ti scartano scodinzolando […]

  • Origine della specie

    Anche se i teo con annoverano tra le loro fila il presidente degli Stati Uniti e, come dire, iniziano ad avere una certa influenza nel mondo, non potranno mai convincerti che esiste un Disegno Intelligente – almeno non prima di aver cambiato leader, insomma. Il caso e il suo anagramma caos regolano invece allegramente, dal […]

  • Impreca per noi

    Quando è lunedì, sette e quaranta di mattina, e ovunque vorresti essere tranne che sulla banchina del binario due, quando hai fatto le due di notte per vederti gratis qualche gol dai resti di una trasmissione che chiamano ancora “Domenica sportiva”, quando la tua pasticceria preferita si gode il giorno di riposo, quando non hai […]

  • Parla Linda

    Certe volte tradisci e vai con la macchina, tanto per contribuire alla produzione di polveri sottili anche tu, perché il Paese è in un momento difficile e va aiutato da tutti noi – produrre e consumare di più, come sostengono i pusher da anni, oramai. Sulla tua cinque porte contando il portellone del bagagliaio, di […]

  • Espresso

    Essendo dipendente, oltre che dal tuo datore di lavoro (breve parentesi lessicologica: dipendente: come un tossico – il lavoro aliena anche il linguaggio), essendo dipendente, si diceva, anche dai mezzi pubblici, capita che, sceso dal treno, prendi il 90 Express. Il 90 Express è attualmente uno dei simboli dell’attivismo di Roma capitale, risvegliata dopo anni […]